Logo del Parco
Logo Parchi Reali
Logo UnescoLogo Patrimonio Mondiale
Visita virtuale
Foto della testata
Home » Mandria » Il Parco

Natura

Il territorio de La Mandria rappresenta uno degli ultimi esempi di foresta planiziale che molte migliaia di anni fa ricopriva tutta la Pianura Padana. L'albero dominante era la farnia, un tipo di quercia oggi raro in Italia, ed associati ad essa erano il carpino bianco, il frassino, il tiglio, l'olmo, la rovere, che ancora oggi si trovano nel Parco.
Osservare a pochi chilometri da Torino rapaci di ogni tipo, cicogne nere, gru, aironi bianchi maggiori, chiurli e altri ancora, è un privilegio possibile solo a La Mandria. Falchi pescatori, tartarughe palustri, garzaie di aironi cenerini e morette sono ammirabili presso i bacini lacustri interni.
Il passato di riserva reale di caccia ha lasciato un segno indelebile nella fauna del Parco, dato dalla presenza di molti ungulati, come i cervi, i daini e i cinghiali. Ma è la fauna forestale, dagli insetti, agli anfibi, agli uccelli, ad assumere per la sua completezza un elevato valore conservazionistico che rende questo habitat unico, dunque un Sic, sito di importanza comunitaria.

Cicoria
Cicoria